DIMOSTRIAMO DI ESSERE DEGNI DEI PADRI CHE SONO MORTI PER DONARCI LA COSTITUZIONE – di Giuseppe Fortuna (1° novembre 2014)

senza parole 5 jpg_0001

Rispondo alle sollecitazioni postate da Feld, Fincioc e Juniovox nel forum di Ficiesse.  Sono a nostra disposizione tutti i mezzi, potentissimi, della democrazia e della legalità. Ficiesse, nel suo piccolo, che però è sempre meno piccolo, li sta usando senza paura e con idee e obiettivi chiari. Che non temiamo di esporre nelle piazze reali e in quelle virtuali. E quando serve (E ADESSO SERVE!!) alzando la voce e mobilitandoci.

E le cose stanno cambiando: le stiamo cambiando!

Questo è il modo giusto, l’unico modo giusto. Perché lo hanno scritto i nostri Padri nella Costituzione. Tanti Italiani prima di noi hanno rischiato le loro vite, sono arrivati a sacrificarle, a far piangere le loro madri e i loro padri, a privare del loro sostegno morale e materiale per il futuro le loro mogli e i loro figli.

E lo hanno fatto perché quel “modo giusto” stesse scritto finalmente, dopo millenni di arbitri, violenze, abusi e ingiustizie, nella nostra Costituzione. Perché ci stesse per la loro generazione, per quella dei loro figli, e per tutte le successive.

Ora sul pezzo ci siamo noi. Ed è una responsabilità non da poco. Ma se ci guardiamo indietro vediamo che la strada è in discesa rispetto a quelle, impervie e impressionanti, che avevano di fronte coloro che ci hanno preceduto. I nostri padri sono morti su quelle salite ma le hanno superate.

Noi abbiamo il compito di usare gli strumenti che i nostri Morti ci hanno consegnato. E di esserne degni.

Giuseppe Fortuna

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *