L’EX ASSESSORE GIUSEPPE FORTUNA IRROMPE NELL’AULA DEL CONSIGLIO COMUNALE DI TIVOLI CON UN CARTELLO: “DITE GLI ESATTI MOTIVI DELLA REVOCA O NON SIETE DEGNI DELLA FIDUCIA DEI CITTADINI DI TIVOLI (ARTICOLO 21 DELLA COSTITUZIONE)” – di Clo http://www.intopic.it/articolo/204897/

Intopic

Trascrivo di seguito il teso dell’articolo apparso sul sito www.intopic.it. GF. <<Il consiglio comunale si è aperto con i vari interventi dei consiglieri comunali di minoranza. A seguire, la spiegazione del sindaco sulla revoca di Giuseppe Fortuna.

Il sindaco ha spiegato che è venuto meno il rapporto di  fiducia che per legge deve esserci fra sindaco e assessori.

“Conoscevo il curriculum ma non le componenti caratteriali, non in sintonia con la nostra amministrazione. In merito a dichiarazioni di Fortuna, la comunicazione l’ho fatta giovedì con un sms, con la ricezione come prova. Sabato i vigili notificatori hanno notificato e comunicato il provvedimento come notizia ufficiale”.

A un certo punto del Consiglio irrompe Fortuna con un cartello in cui è scritto “Dite gli esatti motivi della revoca o non siete degni della fiducia dei cittadini di Tivoli (articolo 21 della Costituzione).”

I consiglieri lasciano l’aula (in realtà è il presidente che sospende i lavori, NDR) e il Consiglio riprende poco dopo con il sindaco che smentisce in maniera categorica che lo spostamento lo ha fatto il segretario generale, e non David Diamanti come ha riferito l’ex assessore (Clo scrive in modo impreciso perché in realtà il Sindaco Proietti afferma che lo spostamento lo ha disposto il Segretario generale e smentisce che sia riferibile al Signor Diamanti”, NDR).

A seguire l’intervento di Alessandro Fontana, capogruppo del PD che mostra la sua solidarietà verso l’uomo Fortuna. ”Se continua così sindaco, lei fa la fine di Schettino che invece di portare la nave al largo la sbatte sugli scogli.

Anche Alessandro di Forza Italia esprime la sua solidarietà verso Giuseppe Fortuna.

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *