finanziere-850x475

PERCHÉ SONO CONTRARIO A UNA SMILITARIZZAZIONE TOUT COURT DELLA GUARDIA DI FINANZA – di Giuseppe Fortuna

Riporto l’intervento che ho appena postato nel topic “Viva la smilitarizzazione” del forum internet di Ficiesse. TESTO DELL’INTERVENTO. Torniamo sempre sugli stessi argomenti, ma va bene visto il loro rilievo. Ripeto in estrema sintesi il mio consueto ragionamento, scusandomi con i forumisti che l’hanno sentito più volte. Domanda: conviene o non conviene togliere le stellette alla Gdf? Risposta: dipende a chi ci riferiamo.

Se ci riferiamo agli interessi dei “lavoratori Gdf” il discorso, a mio avviso, si può rendere in modo abbastanza semplice.

O questi lavoratori si danno da fare per il riconoscimento ai cittadini militari dei diritti di associazione professionale o di sindacato (come stiamo facendo da quasi vent’anni noi di Ficiesse) oppure si devono inevitabilmente adattare. E se non riescono ad adattarsi devono andare altrove. Allo stato attuale, infatti, il funzionamento delle organizzazioni militari, rispetto a quelle “civili”, rimanendo inattuato l’ultimo comma dell’articolo 52 della Costituzione (“l’ordinamento delle Forze armate si informa allo spirito democratico della Repubblica”), si basa ancora su una discrezionalità molto ampia nei momenti dell’assunzione delle decisioni interne e su una trasparenza fortemente ridotta. Anche se – sempre a mio avviso – la Gdf ha fatto in questi ultimi anni passi avanti considerevoli.

Se invece ci riferiamo agli interessi dei cittadini e del paese il discorso è più complesso e delicato. Infatti, poiché credo, per motivi che in questa sede non torno a spiegare, che la Gdf non riuscirebbe a sopravvivere a una smilitarizzazione secca e improvvisa, andrebbe necessariamente valutato l’impatto sui molteplici settori nei quali il Corpo svolge le sue importantissime funzioni. Specialmente con riferimento all’efficacia e operatività di altre amministrazioni (in particolare, finanziarie e di polizia) e del potere giudiziario. nei tanti (e tra loro diversissimi) territori del paese.